spettacoli‎ > ‎

L'insostenibile pesantezza del crescere


"L'insostenibile pesantezza del crescere"

scritto, diretto e interpretato da Emiliano Terreni e Tommaso Taddei, con la partecipazione di Marco Dragoni


una produzione Gogmagog e Riciclaggio e Solidarietà, con il contributo di Regione Toscana-Sistema Regionale dello Spettacolo


Al Palazzo delle Esposizioni di Empoli l'evento finale Re-creative days e T-shoppers


FIRENZE - Mercatini, apericena e teatro con i Gogmagog. Si chiuderanno così, con una serata evento, i progetti Re-creative days e T-shoppers, curati dalla cooperativa Riciclaggio e Solidarietà Firenze.

Giovedì 27 settembre ad Empoli, il Palazzo delle Esposizioni già dalle 18 sarà animato dai mercatini re-creativi, dove saranno in vendita oggetti recuperati e portati a nuova vita dalla creatività di abili artigiani, e anche le T-shopper, le borse-magliette per la spesa prodotte dalla stessa cooperativa. Alle 20 sarà offerta un'apericena, con cibo tipico toscano biologico e a km zero. Seguirà un intervento di Alessio Ciacci, assessore all'ambiente del comune di Capannori (LU), tra i più virtuosi in Italia per l'attenzione alla sostenibilità e agli stili di vita.

Per finire, la compagnia Gogmagog porterà in scena lo spettacolo "L'insostenibile pesantezza del crescere": due personaggi paradossali, accampati alle porte di un centro commerciale abbandonato, trascinano la loro esistenza tra nostalgie del loro vecchio consumistico mondo e slanci verso una delirante crescita infinita. Lanciando al pubblico un bruciante interrogativo: produrre, consumare, sprecare, gettare via, cercando di “crescere” sempre di più, ci porta davvero ad essere felici?

Lo spettacolo è a ingresso gratuito, come tutti gli altri eventi della serata.

I progetti Re-creative days e T-shoppers
I progetti Re-creative days e T-shoppers, finanziati dal Circondario Empolese Valdelsa, hanno visto la realizzazione di numerosi momenti di incontro con la cittadinanza, con l’obiettivo di diffondere tra le persone una maggiore sensibilità rispetto al problema dei rifiuti e mostrare come sia davvero possibile e divertente applicare la regola delle quattro R - riduci, riusa, recupera, ricicla. Nel corso degli incontri sono stati proposti numerosi laboratori gratuiti per grandi e piccoli, dalla rilegatoria con carta recuperata agli origami di tetrapack. Gli incontri sono anche divenuti un luogo di mercato per quegli artigiani del territorio che operano nel settore delle piccole riparazioni e realizzano prodotti con materiale di recupero. Rientrava infatti tra gli obiettivi del progetto l'incontro fra produttori “riciclatori” e consumatori e la creazione di luoghi di raccolta/scambio di materiali riciclabili, allo scopo di riunire in rete le varie realtà che si occupano di riuso e riciclo e condividere così altre progettualità future.


Comments