spettacoli‎ > ‎

Le novelle della nonna


da Le novelle della nonnadi Emma Perodi

Produzione: GOGMAGOG,con il sostegno di Regione Toscana-Sistema Regionale dello spettacolo, del Comune di San Casciano in val di Pesa e di Fondazione Toscana Spettacolo onlus Rete Teatrale Regionale.

Realizzato nell'ambito de IL FANTASTICO MONDO DI EMMA PERODI, a cento anni dalla sua morte (Palermo 1918), progetto a cura di Stefano De Martin, Federica Depaolis e Walter Scancarello

con Cristina Abati, Rossana Gay, Tommaso Taddei

disegno luci Antonella Colella

regia di Tommaso Taddei

Uno spettacolo a partire dai 6 anni.

Durata 55 minuti


Le Novelle della Nonnadi Emma Perodi, pubblicate per la prima volta nel 1893, hanno ottenuto subito un grande successo consolidatosi in innumerevoli ristampe, sino ai giorni nostri. In occasione del centenario della morte dell’autrice toscana (1918), la compagnia Gogmagog ha inteso restituire l’atmosfera fantastica dell’opera con uno spettacolo rivolto all'infanzia.

Il lavoro ha avuto origine da un laboratorio rivolto a ragazzi dai 6 ai 12 anni, realizzato a San Casciano in Val di Pesa, dal titolo In viaggio tra le fiabe. Proponendo diverse storie, e lavorando con loro attraverso il linguaggio del teatro, abbiamo sceltodue tra le 45 novelle della raccolta: l’IncantatriceIl diavolo che si fece frate sonodiventate il corpo drammatico del nostro spettacolo. 

L'invenzione letteraria di nonna Regina di Farneta in Casentino, che da impareggiabile affabulatrice fa sognare a bocca aperta grandi e piccini riuniti davanti al focolare, ci è sembrata da subito molto importante. Questa invenzione della Perodi si ispira alle ricerche antropologiche condotte sul campo alla fine dell'ottocento, sopratutto in Toscana. Le donne, principali depositarie della cultura orale di un territorio, trasmettevano un sapere antico -fantastico e insieme concreto- che fondeva con sapienza popolare, precetti morali, religione, superstizione, rapporto tra bene e male, tra maschile e femminile. 

Nonna Regina racconta, all'interno di un cornice eticamente presidiata, storie incredibili di diavoli, fate, cavalieri, santi ed eroi. Avventure straordinarie per svelare la trama della nostra vita quotidiana alimentata dal desiderio di bellezza, pace, benessere, amore, giustizia, dal “sogno di una vita migliore” come ci diranno i protagonisti delle due novelle. 


IL DIAVOLO CHE SI FECE FRATE

Gesù incontra il Diavolo e fa un patto con lui pur di avere in cambio le anime che ha catturato: per un giorno lo libererà dalla maledizione purché non porti danno agli uomini contro la loro volontà. Il diavolo vestirà gli abiti di frate Leonardo e andrà in tre case per offrire ai suoi abitanti ciò che più desiderano, desideri che esauditi li condurranno alla perdizione. Il diavolo dirà alla fine a Gesù: “tu saprai che per perdere gli uomini vi è un mezzo ben sicuro; quello di beneficiarli”. E Gesù dovrà ammettere che “il diavolo è più potente di me!”

L’INCANTATRICEè la storia di Gosto e Santina alla ricerca di fortuna. Sul loro cammino incontrano una fata malvagia e bellissima che trasforma in pesci coloro che vogliono sposarla per diventare ricchi. Un coltello, un campanellino, un bastone e il coraggio di Santina saranno decisivi per uscirne sani e salvi e costruire una buona vita.

E’ la parabola dell’andare in cerca di fortuna. “Gli uccelli volano sempre finché non trovano un campo di grano e le api girano in cerca di fiore per fare il miele” dice Gosto a Santina, “ti pare che un uomo debba aver meno criterio di questi animali? Anch’io voglio cercare, finché non trovo ciò che mi manca, cioè di comprare un paio di manzi e un maiale..”


Comments