spettacoli‎ > ‎

The restaurant of many orders

  
                                    foto Daria Busoni

Gogmagog e The Playground


con Carlo Salvador, Dorit Schwartz, Tommaso Taddei, Tracy Zanelli

regia e design Sam Trubridge 


Il progetto internazionale “The restaurant of many orders” ha debuttato al Teatro Studio di Scandicci nel 2007. Il progetto già presentato a Londra  e a Wellington ( Nuova Zelanda) è arriva toin Italia  come cooproduzione tra la compagnia Gogmagog e la compagnia The Playground. 


Due cacciatori scoprono in una profonda foresta un ristorante dove seguono una seria di richieste sempre più strane e assurde fino alla realizzazione ultima che non stanno per mangiare ma piuttosto per essere mangiati. 


Inspirata ad una breve storia scritta nel 1924 dal fabulista Giapponese Kenji Miyazawa ‘The Restaurant of Many Orders’, questa performance multimediale racconta la tragicomica vicenda dei suoi due protagonisti attraverso l’interazione tra danza, teatro, musica, scenografia e arte culinaria. 


Seduti attorno a tavoli apparecchiati per la cena, gli spettatori entrano in gioco leggendo ordini ai due attori. Il pubblico viene coinvolto in un teatro dove ognuno è responsabile, e i riferimenti a crisi contemporanee implicano ogni testimone in eventi al di là della performance.


Si tratta di un teatro di contenuti ma anche di materiali: carne nuda e cruda, superfici solide e ruvide, pacchi di resti viscidi e sanguinosi che riducono lo statuto del corpo a semplice alimento o perfino rifiuto. Un teatro non solo da vedere e ascoltare ma anche da odorare gustare, toccare e sentire.


Comments